titolo_ottimizzare
L’efficienza energetica si raggiunge rendendo proficuo dal punto di vista energetico un’azienda, un processo industriale, una produzione, per far si che si possa arrivare allo stesso risultato  consumando meno energia.
Si interviene su processi datati proprio perché sono collaudati “da anni” e che sono da considerarsi “vecchi” dal punto di vista dell’efficienza energetica. L’energia elettrica è ormai una variabile di fondamentale importanza nella gestione industriale di un processo.
Ne risulta che i processi rimarranno inalterati, ma risulteranno più economici.

Illuminazione

Le spese di consumo di energia elettrica e di manutenzione possono essere ridotte fino all’80% sostituendo le lampade a neon, a incandescenza o alogena.

Aria compressa

La produzione e la distribuzione di aria compressa nelle industrie utilizza energia che può essere risparmiata adottando sistemi intelligenti di gestione, utilizzando i variatori di velocità, limitando le perdite di carico e recuperando il carico termico.
Si può risparmiare fino al 25%.

Impianti elettrici

L’impianto elettrico risente dell’inefficienza sulla qualità dell’energia elettrica che trasporta. Si possono individuare e ridurre o eliminare le armoniche, le microinterruzioni e le componenti di energia reattiva. Il risparmio potenziale è stimabile in circa il 10%.

Motori elettrici

I motori elettrici rappresentano la maggior fonte di consumo di energia.
Utilizzando motori ad alta efficienza, inverter per la regolazione e sistemi per la trasmissione efficiente del moto, sistemi di avviamento intelligente, si arriva a risparmiare il 25% di energia.

Sistemi di pompaggio

La maggior parte delle pompe è sovradimensionato.
Ci sono dei piccoli accorgimenti per risparmiare energia: utilizzare dei variatori di velocità invece di valvole che variano la portata, limitare curve e gomiti, manutenzione programmata per le giranti.
Il risparmio arriva fino al 40%.

Condizionamento e refrigerazione

L’energia termica è un bene prezioso che non deve essere sprecato.
Gli accorgimenti sono molteplici: installare i recuperatori di calore, ridurre le perdite di carico nella distribuzione, coibentare i collegamenti.
Il risparmio potenziale è del 20%.

Sistemi di ventilazione

Rappresenta un sensibile consumo di energia ed è possibile il risparmio adottando motori ad alta efficienza, collegamenti diretti tra motore e ventilatore, utilizzare dei variatori di velocità invece di serrande che variano la portata.
Si arriva a risparmiare fino al 30%.

Acquisto energia

Anche acquistando in maniera intelligente l’energia elettrica, il metano e i combustibili si riesce ad arrivare a un risparmio del 10% ogni anno.