L’impianto fotovoltaico

Chi desidera essere autoproduttore di energia elettrica, cioè vuole produrre da se l’energia elettrica che consuma può farlo installando un impianto fotovoltaico.

P1030161---C

Cos’è

È un insieme di sistemi tecnologici mediante i quali la radiazione solare incidente sul modulo fotovoltaico viene trasformata in energia elettrica.

Gli elementi chiave del sistema sono evidentemente:

Moduli fotovoltaici: Costituiti da celle di silicio (mono – poli – multi cristallino) che captano la radiazione solare incidente e mediante un processo termochimico la “trasformano” in corrente elettrica. I moduli fotovoltaici sono quindi i generatori di corrente dell’impianto (generalmente dai 30 ai 40 V alla corrente di 6 – 10 A). Per far si che più moduli FV concorrano a produrre energia contemporaneamente e ad indirizzarla all’impianto, essi sono collegati in “stringa” (cioè in serie, ed in paralleli di serie).

Inverter: Dispositivo elettronico che trasforma l’energia proveniente dai moduli FV (quindi corrente continua) in energia adatta ad essere utilizzata nelle nostre abitazioni ed essere immessa in rete.
L’energia elettrica dei moduli infatti non ha le stesse caratteristiche di quella che normalmente è disponibile in casa. Se l’impianto è di grosse dimensioni il compito di trasformare l’energia elettrica sarà affidato a più inverter.

Componenti elettrici accessori: Oltre ai moduli FV ed all’inverter l’impianto è costituito da una serie di elementi accessori che lo completano per quanto riguarda la sicurezza e le funzionalità: scaricatori di sovratensioni, sezionatori lato AC e lato DC, interruttori magnetotermici differenziali, etc.

Strutture di fissaggio ad hoc, datalogger, contatori di energia completano quello che, a questo punto, possiamo definire “impianto fotovoltaico”.